“La musica è una caratteristica universale delle società umane, in parte grazie al suo potere di evocare forti emozioni e influenzare gli stati d’animo. Nell’ultimo decennio, l’indagine sui correlati neurali delle emozioni provocate dalla musica è stata preziosa per la comprensione delle emozioni umane. Studi di neuroimaging funzionale su musica ed emozione mostrano che la musica può modulare l’attività delle strutture cerebrali che sono note per essere coinvolte in modo cruciale nelle emozioni, come l’amigdala, il nucleo accumbens, l’ipotalamo, l’ippocampo, l’insula, la corteccia cingolata e la corteccia orbitofrontale. Il potenziale della musica di modulare l’attività in queste strutture ha importanti implicazioni per l’uso della musica nel trattamento di disturbi psichiatrici e neurologici.”

Questo è quanto dice il prof. Koelsch  dell’Università di Berlino nel suo articolo pubblicato su Pub Med.

Musica 432Hz: cos’è

La musica 432Hz è la musica “fisiologica”

La musica influenza l’attività del nostro cervello, non solo, influenza l’attività di tutte le cellule del nostro corpo.

La musica può essere suonata a diverse frequenze di suono. Si è convenuto di prendere come riferimento il numero di vibrazioni emesso in un secondo suonando un LA. Quindi musica a 432Hz significa che il LA produce 432 vibrazioni al secondo, e le altre note sono accordate su questo. 

Il DNA quando si riproduce “suona”, produce un suono non percettibile alle nostre orecchie ma ha la frequenza di 8Hz.

Quindi esistono frequenze sonore più consone alla biologia, alla vita. La frequenza a 432Hz è quella che potremmo definire “biologica”. 432 è un multiplo di 8. Con l’orecchio non si avverte la differenza, ma internamente questa musica a 432hz provoca cambiamenti positivi. 

Musica 432Hz: cosa produce

Il corpo si riposa, si ripara, elimina tossine e tensioni. Anche il sistema immunitario si rinforza e le emozioni si calmano. Il cervello inizia a produrre delle onde cerebrali estremamente benefiche, differenti da quelle emanate nelle normali attività quotidiane. Sono le onde alpha, in molti casi anche theta, misurabili con l’elettroencefalografo. In presenza di onde alfa i sensi, le percezioni esterne ed interne vengono amplificate, il corpo si rilassa e la mente diventa più attenta ed in grado di memorizzare meglio. In questo stato si produce un maggior numero di neurotrasmettitori. Studi recenti dimostrano che per un apprendimento duraturo sono necessarie tutte quelle sostanze che il nostro corpo rilascia quando ci trascorriamo momenti ludici e divertenti. 

La musica a 432Hz diventa curativa poichè è accordata sulle frequenze dei processi biochimici. Le onde sonore inoltre modificano le funzioni della respirazione del ritmo cardiaco, della produzione di ormoni e neurotrasmettitori stimolando l’equilibrio di mente e corpo.

Musica 432Hz: la storia insegna

La musica a 432Hz è la musica dell’antichità. Greci, Egizi ecc utilizzavano strumenti accordati con il LA a 432Hz. Ma nel tempo le varie orchestre e i vari musicisti accordavano i loro strumenti a frequenze diverse a seconda della città in cui suonavano o di ciò che volevano ottenere dalla loro musica (coinvolgimento, brillantezza del suono ecc).

A partire dal XVIII secolo, e nei fatti fino agli anni ’40 del ‘900, tutti i testi di fisica, suono e musica americani ed europei, segnalavano come “accordatura fisica” o “scientifica” 432 hz

In questo periodo cominciano i tentativi di standardizzare l’accordatura. lo stesso maestro Verdi nel 1858 fa approvare una legge che pone lo standard a 432Hz. 

Ma nel 1938 il regime nazista impone i 440Hz.  Secondo alcuni studiosi la scelta dei 440 hz era frutto di ricerche commissionate dalla fondazione Rotschild/Rockfeller: fu notato che 432 hz generalmente rilassavano gli animi, mentre 440 hz erano in grado di scatenare reazioni maggiormente violente tra le truppe di soldati.

Attualmente lo standard di accordatura è ancora 440Hz, ma già molti artisti della scena musicale attuale stanno utilizzando i 432Hz tra questi spiccano i nomi dei Pink Floyd, Adele, Mick Jagger, Coldplay.

Musica 432Hz: Emiliano Toso 

Attualmente si sta diffondendo l’utilizzo della musica a 432Hz. Vengono suonati brani noti con questa accordatura e altri vengono già scritti con questa modalità.

Uno degli artisti più famosi che scrive musica con questa accordatura è Ph.D Emiliano Toso, Biologo Cellulare e Musicista Compositore a 432Hz. 

Questo personaggio nasce come biologo cellulare, lavora presso un’importante multinazionale farmaceutica, a capo di progetti di ricerca proprio sulla struttura cellulare, cercando di mettere a punto nuovo farmaci in grado di interagire con essa.

Ma ad un certo punto della sua  brillante carriera lascia tutto per comporre e suonare brani a 432Hz, consapevole dell’influenza che la musica di questo tipo ha sulla struttura cellulare, sulla produzione di ormoni e neurotrasmettitori e su tutto l’organismo umano. 

La sua ricerca è volta al benessere della persona, all’integrazione fra biologia e musica attraverso l’utilizzo dei 432Hz.

Svolge seminari e concerti in tutta Italia e nel mondo, le sue composizioni sono utilizzate anche in laboratori di ricerca scientifica quali l’istituto Marques di Barcellona, ed ospedali come il San Raffaele di Milano, il Bambin Gesù, il San Camillo ed il Gemelli di Roma.

L’ascolto della musica a 432Hz concilia l’armonia, la concentrazione mentre si studia o si lavora, ma partecipare ad un concerto di Translational Music® , la musica di Emiliano Toso è un’esperienza molto forte, che consiglio a tutti. 

Pin It on Pinterest

Share This