Floriterapia di Bach

La Floriterapia di Bach si basa sull’utilizzo dei 38 fiori scoperti da questo medico inglese.

Ci sono delle cose che non vediamo e che non sentiamo, e che a volte facciamo fatica a percepire. Però sappiamo che esistono anche se non possiamo coglierle con i nostri sensi.

E’ il caso, per esempio delle onde elettromagnetiche, le quali ci consentano di ascoltare la radio o vedere la televisione o parlare al telefono.

 

Il Dott. Edward Bach,

Il Dott. Edward Bach è vissuto in Inghilterra agli inizi del secolo scorso. Ha ideato un sistema di cura, la floriterapia, che si basa sul principio che solo riequilibrando disordine e disagio nello stato d’animo si possono curare  i sintomi e le malattie poiché queste sono il risultato di forze interiori disarmoniche.

Per approfondire la sua biografia guardate in Wikipedia.

Il Dott. Bach aveva approfondito gli studi sulle popolazioni batteriche intestinali e da queste aveva ideato un sistema di cura che correlava la prevalenza di determinati ceppi batterici con malattie e carattere degli individui. Poi, dopo l’incontro con l’opera di Samuel Hahnemann, si dedica alla ricerca omeopatica sempre partendo dai suoi “nosodi”.

L’idea di Bach è sempre stata quella di curare il malato e non la malattia. E proprio in questa ottica aveva l’abitudine di osservare i comportamenti delle persone in varie situazioni. Dalle sue osservazioni cominciò a correlare comportamento umano e comportamento floreale.

Il Dott. Bach parti dalla constatazione che la rugiada che al mattino si posa sui fiori ha un sapore diverso a seconda del tipo di pianta. Da ciò pensò che ogni fiore doveva aver rilasciato in quell’ acqua proprietà peculiari e quindi cominciò ad abbinare ad ogni fiore una tipologia caratteriale. Poi trovò la relazione tra altri fiori e alcuni squilibri comportamentali ed arrivò ad ideare il suo sistema di cura basato su 38 fiori.

Floriterapia di Bach - voglia di stare bene

Naturalmente a quella epoca, nessuno pensò di dimostrare scientificamente l’efficacia di questo sistema terapeutico, si cominciò ad usarlo, ed è giunto ai giorni nostri proprio perché funziona.

Oggi invece, con le scoperte della fisica quantistica, siamo in grado di dare una giustificazione a tutto questo.

I fiori rilasciano delle informazioni vibrazionali all’acqua, questa le “ricorda” e quando vengono assunti o applicati localmente questa vibrazione entra in contatto con la vibrazione cellulare che può essere modificata.

 

Le Tinture Madri

Floriterapia di Bach - voglia di stare bene

preparazione tintura madre

Le Tinture madri vengono preparate raccogliendo i fiori all’alba. Questi poi vengono  lasciati galleggiare sull’acqua, al sole, in un contenitore di vetro sottile. Dopo 3-4 ore il liquido è versato in un altro contenitore con pari volume di brandy che ha la funzione di conservare.

In questo modo vengono preparati 19 fiori e Rock Water che è l’acqua pura di fonte.

Agrimony, Centaury, Cerato, Chicory, Clematis, Gentian, Gorse, Heather, Impatiens, Mimulus, Oak, Olive, Rock Rose, Rock Water, Scleranthus, Wild Oat, Vervain, Vine, Water Violet, White Chestnut.

Gli altri fiori invece vengono preparati con la bollitura. Cioè si mettono in una pentola inox a galleggiare sull’acqua. Poi si fanno bollire mezz’ora in acqua pura di fonte. Il liquido ottenuto va filtrato, messo in bottiglie di vetro riempite per metà con il brandy. In questo modo si ottengono le tinture madri di :Aspen, Beech, Cherry Plum, Chestnut Bud, Crab Apple, Elm, Holly, Honeysuckle, Hornbeam, Larch, Mustard, Pine, Red Chestnut, Star of Bethlehem, Sweet Chestnut, Walnut, Wild Rose, Willow.

Nel mio lavoro spesso si rivolgono a me persone che hanno un disagio psichico, una paura, attraversano un momento difficile ecc. per avere un aiuto dai fiori di Bach.
Io prima di tutto ascolto la persona, perché la miscela efficace è come un vestito confezionato su misura: calza esattamente a quella persona in quel momento della vita. Non vesto una persona che è a dieta se le preparo un abito per quando avrà 10 kg in meno addosso!!!

Ci sono altri modi di individuare i rimedi floreali giusti, io pratico un semplice colloquio perché è lo strumento con cui mi sento più a mio agio.

I fiori possono essere usati anche secondo il “principio transpersonale” cioè sulla pelle. Il primo ad usarli in questo modo è stato proprio il dott. Bach che li sperimentò su ferite. Il dott. Orozco, medico spagnolo, ha approfondito questo utilizzo e ne ha fatto una scuola.

Scegliere i fiori giusti

Scegliere i fiori giusti, dei 38 fiori ne scelgo 4 o 5, ne prendo 4 gocce per ognuno, le metto in una bottiglietta di vetro scuro da 30ml con 5ml di brandy (o sciroppo semplice o aceto di mele) e 25ml di acqua pura di sorgente, cioè un’acqua con un basso residuo fisso.

Di tale miscela ne assumo 4-5 gocce direttamente in bocca, per 5 volte al giorno. La prima somministrazione al mattino al risveglio, l’ultima prima di dormire, e le altre 3 durante il giorno. Naturalmente posso assumere anche il fiore puro, in questo caso ne prendo 2 gocce sempre 5 volte al giorno.

 

 

Floriterapia di Bach - voglia di stare bene

bottiglia di erbe contagocce con erbe e fiori

La floriterapia non provoca effetti collaterali

La floriterapia non ha effetti collaterali quindi può essere usata serenamente in gravidanza, allattamento ed anche per i bambini, dagli anziani in cura con molti farmaci e anche dagli animali.  Solo pochi fiori possono dare l’effetto “paradosso”, cioè accentuare i sintomi per cui sono stati consigliati. In questo caso si sospende la somministrazione per qualche giorno e poi si riprende aumentando la frequenza di somministrazione un po’ alla volta nei giorni.

I Fiori di Bach non hanno un principio attivo in senso allopatico quindi non possono dare allergia (li possono liberamente prendere anche tutti gli allergici ai pollini) o altre reazioni avverse.

 

 

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi