Come curare l’insonnia con l’omeopatia è una domanda che mi viene posta spesso nel mio lavoro di farmacista.

L’omeopatia può dare una grossa mano in caso di problematiche del sonno. Il risultato migliore si ottiene facendosi seguire da un medico omeopata poichè ogni problema di insonnia è caratteristico e personale.

Però a volte per curare l’insonnia con l’omeopatia si può ricorrere al consiglio del farmacista, soprattutto se è un problema passeggero o una situazione acuta.

Curare l’insonnia con l’omeopatia  

Curare l’insonnia con l’omeopatia non è come prendere un farmaco di sintesi, una benzodiazepina, che fa dormire tutti a prescindere dalla causa e dagli aspetti particolari del disturbo del sonno.

A volte si devono affrontare situazioni che generano ansia e quindi è abbastanza frequente vedere qualcuno che chiede aiuto per riuscire a dormire la “notte prima degli esami””

Gelsemium sempervirens

Gelsemium sempervirens è proprio il farmaco omeopatico per l’ansia che impedisce di dormire la notte prima degli esami. Questo farmaco serve quando non si dorme e si ha la certezza di fallire nella prova da affrontare. La mente è vuota, si ha bisogno continuamente di andare al bagno.Per curare l’insonnia con l’omeopatia in questo caso sarebbe  consigliato prendere 5 granuli di Gelsemium 15CH granuli mattina e sera fino a quando persiste il disturbo.

Nux vomica

Nux vomica è il farmaco omeopatico che si usa nell’insonnia del “manager”. Non è necessario essere un manager per usarlo, ma a volte si sente il peso di una organizzazione, si passano le giornate in agitazione per sistemare tutti i passaggi per arrivare ad un determinato risultato e alla fine si fatica a prendere sonno e ci risveglia intorno alle 3. Le persone sensibili a Nux vomica sono soprattutto quelle che eccedono nell’uso del caffè, sigarette o alcool. . Inoltre è caratteristico di questo farmaco l’estrema sensibilità a tutti i rumori. Prima di andare a bussare alla porta dei vicini nel cuore della notte è bene provare l’efficacia di Nux vomica!

Anche in questo caso il suggerimento sarebbe quello di prendere  5 granuli di Nux vomica 15CH prima di cena e 5 prima di andare a dormire. Eventualmente si può ripetere in caso di risveglio.

Ignatia amara

Ignatia amara serva per curare l’insonnia con l’omeopatia nel caso di manifestazioni che possono sembrare paradossali. L’agitazione causata da un evento sgradevole assale e compaiono i disturbi più disparati, non si dorme perchè si sente una stretta allo stomaco, alla gola, compare il singhiozzo ecc.Tutti questi disturbi però migliorano con la distrazione . Quindi le persone che potrebbero beneficiare dell’uso di Ignatia sono quelle che, ad esempio, si addormentano solo se accendono la TV in camera da letto.   In questo caso il consiglio sarebbe quello di prendere 5 granuli di Ignatia 15CH prima di cena e prima di andare a dormire.

Coffea cruda

Coffea cruda è il farmaco omeopatico che dovrebbe essere usato quando non ci si addormenta perchè il giorno dopo ci aspetta qualcosa di emozionante e molto piacevole.

E’ l’insonnia della sera prima di partire per vacanze, quella dei bambini che non riescono a dormire la notte di Natale perchè aspettano la consegna dei doni ecc.

Sarebbe consigliato assumere Coffea 15CH 5 granuli prima di cena e 5 granuli prima di andare a dormire.

Aconitum napellus

Aconitum napellus è il farmaco che andrebbe usato per curare l’insonnia con l’omeopatia quando si evidenziano disturbi che provocano un risveglio intorno alla mezzanotte con un grande senso di angoscia e la sensazione di morte imminente.

Ad esempio a quell’ora ci si sveglia con palpitazioni oppure con un dolore allo stomaco e la prima sensazione è quella di aver paura di morire.

Se capita spesso questo si potrebbe provare ad assumere Aconitum 15CH 5 granuli prima di cena e 5 granuli prima di dormire.

Abbiamo visto come insonnia e/o risvegli notturni si manifestino con caratteristiche molto diverse. E ad ognuna di queste caratteristiche corrisponde un farmaco omeopatico diverso.

Quindi per curare l’insonnia con l’omeopatia il risultato migliore sicuramente si ottiene attraverso una visita medica accurata che tenga conto delle peculiarità della persona.

 

Pin It on Pinterest

Share This