Il primo giorno di scuola: affrontarlo con i fiori di Bach

Il primo giorno di scuola ogni anno è un evento che ha una grande importanza per molte famiglie.

Il primo giorno di scuola è una data che rappresenta ansie, aspettative, speranze, voglia di cambiamento o desiderio mantenere immutate le cose. Ognuno ha ricordi e attese diverse in base al proprio carattere ed alle proprie esperienze. In alcuni casi i genitori vorrebbero riscattare la propria “immagine scolastica” attraverso i successi dei figli. Ma in questo modo si fa vivere ad altri la propria vita e questo è profondamente ingiusto ed egoistico.

Perciò, quando si parla di primo giorno di scuola si pensa sempre ai bambini, ma in realtà  questi vivono immersi nella realtà adulta che li circonda e quindi subiscono  le aspettative della propria famiglia.

E i dubbi, le incertezze e le insicurezze spesso vengono trasmesse dalla famiglia agli studenti stessi.

La società attuale vive del delirio di controllo. Controlliamo la provenienza del cibo, la qualità del sonno, le recensioni del ristorante, le vacanze degli amici, il percorso del pacco che ci verrà consegnato ecc. Dimentichiamo invece che durante l’evoluzione sono sopravvissuti gli individui capaci di adattarsi alle condizioni impreviste, non quelli più forti!

A tutto questo “sistema di controllo” non sfuggono certo gli insegnanti. Infatti nell’era dei social network è molto facile rintracciare le persone e scoprirne gusti, preferenze e abitudini.

L’ansia può manifestarsi in molteplici modi: irrequietezza, mal di pancia, mal di testa, insonnia ecc. Perfino i quotidiani nazionali hanno dedicato articoli a questi disturbi!

La repubblica

Il primo giorno di scuola: affrontarlo con i Fiori di Bach

I fiori di Bach possono essere un valido aiuto in tutte le situazioni di disagio e quindi anche per affrontare il primo giorno di scuola. Naturalmente questi possono essere supporti validi sia per i bambini, che per i genitori ed anche per gli insegnanti.

I fiori di Bach sono in tutto 38. Qui ne prenderò ad esempio solo alcuni e naturalmente è sempre bene confrontarsi con un floriterapeuta per personalizzare la miscela.

La preparazione della miscela di fiori è già stata spiegata nell’articolo sulla floriterapia. Comunque volevo ricordare che se i fiori si preparano per bimbi molto piccoli oppure non  si può usare come conservante il brandy, si può agevolmente utilizzare sciroppo semplice o aceto di mele.

Primo giorno di scuola: miscela per lo studente

Quando si parla di studente si intendono tutti, dai lattanti che affrontano l’ingresso all’asilo nido, fino ai ragazzi dell’università. Ognuno, con sfumature proprie dell’età e del ruolo, può provare disagio all’ingresso in un nuovo sistema scolastico.

WALNUT E’ il fiore del noce, ed ha la capacità di far accettare i cambiamenti. Infatti il passaggio vacanza-scuola è decisamente un cambiamento, non necessariamente negativo, comunque un cambiamento.

HONEYSOUKLE  E’ il fiore del caprifoglio. Questa essenza si utilizza per stemperare la nostalgia. E’ possibile trovarsi sul banco di scuola e desiderare invece di ritornare al mare con i genitori! Naturalmente è inutile negare che le vacanze sono state un periodo felice, ma anche il nuovo anno scolastico può portare piacevoli novità: amici, attività ecc. Questo fiore aiuta il bambino a sbloccare questa situazione.

OLIVE E’ il fiore dell’ulivo. Nel primo periodo la scuola può essere molto faticosa sia dal punto di vista fisico che mentale. E Olive serve proprio come energizzante, naturalmente senza agitare!

MIMULUS E’ il fiore del mimolo. E’ il fiore della paura e spesso i bambini, anche se la mascherano dietro ad una certa spavalderia, ce l’hanno. Può essere dovuta all’ingresso in una nuova classe, alla timidezza verso i compagni oppure al timore per non aver finito i compiti delle vacanze…In ognuno di questi casi Mimulus aiuta a ritrovare il coraggio.

Il primo giorno di scuola: miscela per l’insegnante

Quando si parla di insegnante si intende qualunque persona che insegni qualcosa di specifico ad altri. Quindi maestri delle varie scuole, insegnanti vari, istruttori di calcio, nuoto, yoga ecc

WALNUT e HONEYSOUKLE  possono collocarsi bene anche in una miscela adatta ad un insegnante perché nostalgia del passato e paura del nuovo sono stati d’animo presenti in molti.

LARCH È il fiore del larice. Questa essenza è utile per essere consapevoli del proprio valore, per avere fiducia nelle proprie capacità. Se il collega della classe accanto filma  gli esperimenti scientifici fatti in classe e li commenta in inglese ben per lui che lo sa fare. Però i bambini potrebbero apprezzare di più scoprire che per misurare quanta acqua c’è in un ghiacciolo basta farlo sciogliere! Non conta la quantità di nozioni trasmesse, conta la qualità:

VERVAIN E’ il fiore della verbena. Questa essenza è utile per dare equilibrio alle persone fortemente entusiaste che possono diventare quasi fanatiche. Amare la propria materia e la propria professione è decisamente importante. Ma cercare di convincere il mondo che questa è alla base dell’esistenza di ognuno diventa troppo. A volte si incontrano degli allenatori o degli insegnanti che non comprendono che i loro allievi possano essere impegnati anche in attività diverse da quella che insegnano loro. Vervain dona equilibrio.

Primo giorno di scuola: miscela per il genitore

Il primo giorno di scuola: affrontarlo con i fiori di Bach

I genitori non entrano in classe con gli studenti e gli insegnanti. Ma hanno un ruolo molto importante nella gestione dell’incontro. In fondo un genitore consegna il suo bene più prezioso, cioè il figlio, nelle mani di altri. E delega a loro alcuni compiti molto importanti. Quindi è comprensibile una certa preoccupazione. Sarebbe bene però che si sviluppasse una collaborazione tra la scuola e la famiglia allo scopo di far crescere in armonia il bambino.

WALNUT naturalmente è un fiore utile anche per la miscela del genitore. Anche lui si deve adattare al cambiamento!

RED CHESTNUT E’ il fiore del castagno rosso. Questa essenza è utile per rilassare i pensieri che si concentrano sulle disgrazie che possono capitare ai propri cari. Quindi per aiutare a superare la paura che il proprio bambino possa essere maltrattato, escluso, dimenticato o possa farsi male a scuola.

CHERRY PLUM E’ il fiore del ciliegio selvatico. Aiuta il genitore a “mollare” l’eccessivo controllo che pretende di avere sulla vita del figlio e su tutto ciò che lo circonda. E’ per quei genitori che vorrebbero far installare una telecamera in ogni aula! A questo proposito ricordo una conversazione con mio marito quando il nostro primogenito andò in prima elementare. Io volevo sapere quanto tempo durava la ricreazione. Lui giustamente mi disse che non erano affari miei, tanto noi comunque saremmo stati altrove….

WHITE CHESTNUT  E’ il fiore del castagno bianco. Serve per interrompere il circolo vizioso dei pensieri che si rincorrono e tornano sempre allo stesso punto: come starà in questo momento mio figlio a scuola? Qualunque sia la nostra attività è sempre bene essere connessi con la propria realtà contingente. pensare in continuazione ad altro rende stanche, distratti  e non porta alcun beneficio.

Il primo giorno di scuola: affrontarlo con i fiori di BachScarica articolo in formato PDF
 

Author: Manuela Succi

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*