Arsenico omeopatico disintossica i villaggi indiani

L’arsenico è un potente veleno che si trova come inquinante ambientale o nelle acque in varie aree geografiche.

Infatti questo metalloide è usato in molte leghe metalliche e nella lavorazione del vetro. Le maggiori fonti di inquinamento da arsenico sono comunque le centrali elettriche a carbone e le fonderie. Molte zone nel mondo hanno il problema dell’inquinamento da arsenico. In Italia sono tenute sotto controllo zone come quelle del Monte Amiata, Gela, Taranto e il Viterbese.

articolo dell’arpa sulle zone contaminate in Italia

Mentre in alcuni paesi come Bangladesh e India ci sono pozzi che apportano acqua ricca di arsenico in modo naturale. Questi pozzi sono stati costruiti in tempi recenti per eliminare l’utilizzo dell’acqua più superficiale che aveva una grossa carica batterica. Quindi, solo dopo la segnalazione di diffusione di disturbi gastrici, dermatologici, muscolari e neurologici si sono fatte analisi e si è scoperta la contaminazione dell’acqua.

Lo studio

Alcuni studiosi dell’università indiana di Kalyani  hanno deciso di verificare “in vivo” l’efficacia del farmaco omeopatico Arsenicum album per neutralizzare l’effetto tossico dell’avvelenamento cronico da arsenico. I tre studi proposti in questo articoli sono pubblicati su Pub Med.

Pub Med è una banca dati gratuita e online. Raccoglie circa 16 milioni di citazioni di articoli scientifici, di ambito biomedico o di scienze affini, dal 1950 ad oggi. Il valore scientifico delle informazioni è garantito dalla selezione umana dei contenuti condotta da qualificati comitati scientifici. Quindi quando un articolo scientifico è pubblicato su Pub Med la sua validità è riconosciuta a livello mondiale.

L’equipe ha preso in esame tre villaggi. Il primo Ghetugachhi, inquinato da arsenico fin dal 1995. Il secondo Dakshin Panchpota inquinato dal 2005. E il terzo  Padumbasan, privo di contaminazione, è stato utilizzato come gruppo di controllo.

Le persone dei primi due villaggi presentavano  dolori muscolari, articolari, problemi gastrici, debolezza generale e depressione. Inoltre dalle analisi fatte sul sangue di queste persone è emerso che era presente anche un disturbo di tipo autoimmune. Infatti nel sangue degli abitanti di questi villaggi si evidenziava un’alta concentrazione di ANA, anticorpo anti nucleo.

Questi villaggi si trovano lontano dai grandi centri ospedalieri e l’unica cura per alleviare i sintomi della malattia reumatica o degli altri disturbi era l’utilizzo di corticosteroidi.

Quindi la voglia di partecipare allo studio nei villaggi è stata dettata anche dalla speranza di trovare finalmente una cura ai disturbi causati dall’arsenico. Gli studiosi indiani si sono ritrovati a lavorare come Hanneman. Avevano di fronte persone intossicate e volevano migliorarne le condizioni di salute. Ma non si sono limitati a questo. Hanno applicato i criteri dello studio scientifico. Infatti lo studio si è svolto con la modalità del doppio cieco e del gruppo di controllo. I granuli utilizzati, sia quelli di medicinale che quelli di placebo sono stati preparati da una nota casa omeopatica francese.

Arsenico in dose omeopatica: farmaco efficace

Agli abitanti del primo villaggio, contaminato da più anni, è stato somministrato Arsenicum Album 200CH, 8 granuli al giorno per 5 giorni alternati con 20 giorni senza farmaco.

A quelli del secondo villaggio, contaminato da meno tempo, è stato somministrato Arsenicum album 30CH, 8 granuli due volte al giorno per 10 giorni e 10 giorni no.

Dopo due mesi i medici hanno valutato i pazienti. Quelli che avevano assunto arseniucum album sia 30CH che 200CH avevano migliorato il loro stato di salute, le manifestazioni dei disturbi cutanei erano regredite. Inoltre i valori ematici alterati erano rientrati nella norma.

Arsenico omeopatico disintossica i villaggi indiani

 

Arsenico omeopatico disintossica i villaggi indiani

Soprattutto il valore di ANA, quindi la componente autoimmune, era rientrata nella normalità.

L’obiettivo ideale per il trattamento delle malattie autoimmuni è la rimozione della causa scatenante. Le terapie attuali sono principalmente di natura palliativa e finalizzate a sopprimere il sistema immunitario. Ma ciò aumenta i rischi di incorrere in infezioni e forme tumorali.

La terapia omeopatica è priva di questo pericolo visto che è una medicina delle dosi infinitesimali.

Probabilmente l’efficacia di questi farmaci si mostra andando ad agire sull’espressione epigenetica delle cellule

Lo studio comunque è proseguito per altri due anni. Gli abitanti dei due villaggi contaminati hanno richiesto di poter continuare ad assumere il farmaco visti i miglioramenti. Da questa ulteriore prosecuzione si è dedotto che i miglioramenti ottenuti nei primi tempi si sono mantenuti. In alcuni casi ci sono stati ulteriori miglioramenti.

I ricercatori che hanno portato avanti questi studii auspicano che la cura omeopatica per disintossicare la popolazione intossicata da arsenico possa essere resa fruibile a tutti visti gli effetti positivi, il basso costo e l’assenza di effetti collaterali.

Arsenico omeopatico disintossica i villaggi indiani

Arsenico omeopatico disintossica i villaggi indiani

Arsenico omeopatico disintossica i villaggi indiani

 

Arsenico omeopatico disintossica i villaggi indianiScarica articolo in formato PDF
 

Author: Manuela Succi

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*