Ansia e fiori di Bach

Ansia e fiori di Bach possono essere un connubio perfetto.

L’ansia è uno stato d’animo in cui ci si sente in stato di allarme, pronti all’azione. Abbiamo già lungamente parlato di questo stato nell’articolo relativo all’ansia e omeopatia. Questo stato può risultare utile se ci si trova in una situazione di reale pericolo fisico. Purtroppo o per fortuna nella nostra vita quotidiana queste situazioni sono molto rare. Quindi lo stato d’ansia procura solo un disagio esistenziale.

Fiori di Bach

I fiori di Bach sono un sistema di cura composto da 38 essenze floreali. Ho già spiegato in cosa consiste la floriterapia nell’articolo Floriterapia voglia di stare bene Ognuna di queste corrisponde ad un particolare aspetto di un disagio. Ci sono fiori per la paura, per la depressione, per l’ansia, per lo scoraggiamento, per la stanchezza ecc. e la bellezza di questo sistema è proprio quello di avere un particolare fiore per ogni particolare sfaccettatura del disagio. Ad esempio possiamo trovare un Gentian che è un fiore per uno stato depressivo causato da una particolare circostanza nota (lutto, separazione, incidente ecc). Di contro troviamo un Mustard che si utilizza quando lo stato depressivo arriva improvvisamente, senza un preciso motivo, ci si sente infelici. Perciò utilizzare miscele di fiori di Bach ci da la possibilità di poter “cucire un abito su misura” per ogni situazione.

L’ansia può essere uno stato temporaneo o uno stato cronico. naturalmente se è recente è più facile capire da cosa sia derivata. Mentre se si protrae da molto tempo diventa più difficile. Naturalmente conoscerne la causa non sempre porta a soluzione. Quindi è doveroso chiedere aiuto a specialisti del settore come medici, psicologi e psicoterapeuti.

Ansia e fiori di Bach

Ansia e fiori di Bach  possono avere molte possibilità di utilizzo. Ognuno di essi abbraccia un particolare stato di disagio. E questo può essere causa di ansia.

Per semplicità prenderemo in esame solo sei fiori.  Forse i più comunemente usati tra chi individua un legame tra ansia e fiori di Bach. Ricordiamo sempre che in ogni miscela si mettono circa 4-5 fiori di Bach. Metterne di più potrebbe comportare un po di confusione.

Larch

Larch è il fiore del Larice. Questo fiore è utile quando si parla di ansia da prestazione. Questa ansia può arrivare tutte le volte che ci si ha paura del giudizio di altri per il proprio operato. Può succedere quando si cambia lavoro, quando si incontrano i genitori del fidanzato o della fidanzata. Oppure anche quando si diventa genitori. In queste circostanze tutti hanno dei buoni consigli da elargire…perchè si sono dimenticati cosa significa avere un neonato in casa! Naturalmente la situazione più frequente di “ansia da prestazione” è quella in cui si deve sostenere un esame. Larch regala la capacità di affrontare la prova, ritrovando la fiducia nel proprio operato. Ansia e fiori di Bach quindi possono formare coppia.

A questo proposito allego il link ad una bellissima riflessione di Erri De Luca sull’insicurezza.

http://fondazionerrideluca.com/insicurezza/

Agrimony

Agrimony è il fiore dell’agrimonia. E’ il fiore utile per chi nasconde un grande tormento dietro una maschera. E’ un atteggiamento molto comune nella nostra società. Ai giorni nostri è difficile dire “non sono felice”. Si viene subito sommersi da una valanga di buoni consigli e di dimostrazioni che ciò non può essere vero. E’ difficile avere la libertà di essere infelici. Quindi si indossa la maschera di circostanza e si procede. E’ una situazione in cui si trovano spesso le persone affette da fibromialgia. Quindi si va avanti senza mostrare mai quanto si soffre e l’ansia che si genera è proprio dovuta a questa voglia di tenere tutto nascosto. Agrimony toglie questo stato ansioso e dona la libertà di dire ciò che si pensa.

Red Chestnut

Red Chestnut è il fiore del castagno rosso. Questo fiore è utilizzato per chi entra in ansia per gli altri. Stato molto comune fra i genitori (voglio la scuola migliore per mio figlio, i nonni lo copriranno a sufficienza, in campeggio mangerà abbastanza, starà bene nella casa nuova ecc). Ma non solo, quando una persona a noi cara è in difficoltà e ci sentiamo completamente assorbiti dalla sua situazione. Tutte queste sono situazioni che generano ansia. Ma la preoccupazione per gli altri purtroppo non risolve i loro problemi. Ricordo sempre ciò che disse la grande psicoterapeuta Manuela Narcisi

Macrolibrarsi.it

in un seminario “Se nella vita sarai molto fortunato potrai risolvere alcuni dei tuoi problemi, non puoi fare nulla per quelli degli altri, per quanto essi ti siano cari”. Quindi utilizzando Red Chestnut si può cercare di sedare questa ansia eccessiva ed inutile. E’ più costruttivo stare a fianco di chi ha bisogno in uno stato d’animo tranquillo.

Aspen

Aspen è il fiore del pioppo. L’ansia che trova giovamento nell’assunzione di Aspen è quella indefinita. Si ha paura per qualcosa che forse potrebbe avvenire. Può essere anche un’ansia di anticipazione. Aspen serve a calmare questo stato d’animo.

Centaury

Centaury è il fiore della centaurea. Risulta utile quando si ha l’ansia di piacere sempre agli altri. E si finisce per essere servili. quindi considerati uno “zerbino”. Si soffre proprio per questa mancanza di considerazione. E si è in ansia per paura di non essere stati abbastanza bravi. Questo è un atteggiamento che spesso si riscontra nelle donne che subiscono violenze domestiche. Centaury è un fiore che aiuta a riappropriarsi della propria dignità.

Impatiens

Impatiens è il fiore della balsamina. E’ il fiore che andrebbe utilizzato quando ci coglie l’ansia perchè non si accetta la lentezza degli altri. Ogni volta che si vedono delle persone in fila che battono il piede a terra. Oppure quando si aspetta con ansia una risposta o l’esito di un esame clinico. L’ansia in queste circostanze può anche essere giustificata, ma non modifica comunque l’esito finale. Quindi assumere impatiens in questi casi può aiutare a vivere meglio una situazione che comunque non si può cambiare.

 

Author: Manuela Succi

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*